Psicologia bambino che non vuole andare a scuola

Psicologia bambino che non vuole andare a scuola

Come comportarsi quando un bambino non vuole andare a scuola? 

Sono molto frequenti i casi in cui i bambini non hanno voglia di andarci, ma quali sono le ragioni dietro a questo rifiuto?

In questo articolo scopriremo le cause principali e la psicologia bambino che non vuole andare a scuola in base alla sua età.

Rifiuto scolastico: perchè succede?

L’inizio di un nuovo percorso o semplicemente il ritorno a scuola può rappresentare un evento difficile per i bambini che spesso e volentieri non hanno voglia di tornare fra i banchi a studiare. 

Molti genitori fanno i conti con la famosissima frase “non voglio andare a scuola”, ma dietro una semplice affermazione possono nascondersi moltissime problematiche.

A seconda dell’età del bambino o adolescente, il rifiuto può manifestarsi non solo verbalmente, ma anche fisicamente. Mal di stomaco, mal di pancia e mal di testa, non sempre sono solo scuse ma dei veri e propri disturbi psicosomatici causati dal non voler andare a scuola

Per quale motivo ci sono dei bambini che non vogliono andare a scuola materna o scuola media?

Le principali cause psicologiche possono essere attribuite ai seguenti problemi:

  • si trova male in classe, non ha amici o è bullizzato;
  • sente un senso di abbandono da parte dei genitori;
  • vuole attirare l’attenzione dei genitori.

In ogni caso che sia un bambino di 10 anni che non vuole andare a scuola o un ragazzino più grande, bisogna intervenire tempestivamente cercando di capirne le cause e di risolvere il problema. 

Cosa fare se mio figlio/a non vuole andare a scuola?

Cosa fare se la figlia non vuole andare a scuola?

Il fatto di non voler andare a scuola rappresenta un vero e proprio problema per i genitori, che spesso non sanno come gestire questa situazione e non fanno altro che peggiorarla.

Se hai un bambino che piange a scuola elementare o che non vuole proprio andarci, non scoraggiarti! Esistono a tal proposito dei rimedi che potrebbero migliorare questa problematica e aiutare i bambini a superare questo trauma, scopriamoli qui di seguito!

  1. Crea un ambiente sano in casa, in cui regni l’amore e la condivisione di ogni problema. È molto importante che il bambino non si senta sotto attacco, giudicato e che possa parlare delle sue ansie e paure senza filtri. Sia per i bambini piccoli che per i ragazzi nella fase adolescenziale, è di fondamentale importanza avere questa certezza;
  2. Non dare per scontato che tuo figlio faccia i capricci o voglia semplicemente ribellarsi a delle regole imposte. Può capitare che abbia problemi con qualche professore, che non riesca ad andare bene in qualche materia o che sia stato preso di mira da qualche compagno;
  3. Parla con i professori o con la preside, fai di tutto per capire se sta succedendo qualcosa di cui non sai nulla. Loro sapranno sicuramente dirti se hanno notato qualche comportamento strano riguardante il fatto che tuo figlio non abbia intenzione di andare a scuola;
  4. Aiuta tuo figlio a creare un buon metodo di studio. Spesso gli adolescenti hanno problemi di organizzazione e finiscono per scoraggiarsi e demoralizzarsi perché non riescono a fare bene il loro dovere. Se tua figlia di 14 anni non vuole andare a scuola, il problema potrebbe essere di questa natura;
  5. Incoraggialo, credi in lui e sii paziente, queste fasi capitano a molti bambini, ma sta a te aiutarlo a superarla nel migliore dei modi senza farlo sentire giudicato. Al contrario, fagli capire che non tutto ruota intorno alla scuola e ai voti, ma allo stesso tempo è importante studiare e formarsi per ottenere un futuro migliore.

Conclusioni

La psicologia di un bambino che non vuole andare a scuola potrebbe celare diversi problemi. In questo articolo ti ho dato alcuni spunti per affrontarli, spero ti siano utili e che la fase del “non voglio andare a scuola” passi in fretta! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.