come aumentare l'autostima in un bambino

Come aumentare l’autostima di un bambino?

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Assistenza
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Avere una forte autostima è il primo passo per ottenere una vita ricca di successi. 

L’autostima, però, dev’essere coltivata da quando si è bambini e in questo processo entrano in gioco i genitori e gli educatori che dovrebbero aiutarli ad aumentarla nel corso della loro infanzia.

In questo articolo scopriremo insieme dei consigli utili per capire come aumentare l’autostima di un bambino e affrontare ogni piccola “sfida” con maggiore sicurezza. 

Cos’è l’autostima?

Definire il concetto di autostima non è per nulla semplice, ma possiamo dire che questo termine prende in considerazione il giudizio che ognuno di noi ha di sé stesso. 

Essa dipende da diversi fattori e può essere costruita giorno per giorno ed allenata sin dalla tenera età. Il compito di genitori e figure educative è quello di aiutare il bambino a superare i propri limiti e a porsi degli obiettivi raggiungibili, al fine di crescere in maniera sana e di sviluppare al meglio le proprie capacità.

È scientificamente dimostrato che chi è dotato di un’alta autostima si sente una persona più felice e realizzata e riesce ad ottenere dei risultati più soddisfacenti in ogni ambito della propria vita.

Cosa bisogna fare quindi per aiutare un bambino a coltivare la propria autostima? Scopriamolo nei prossimi paragrafi!

Farli sentire amati

Come aiutare i figli a far crescere la propria autostima? In cima a tutti i consigli per aumentare l’autostima dei bambini vi è l’amore incondizionato. Accettare il proprio figlio/nipote/alunno per quello che è, senza volerlo plasmare in base alle proprie preferenze è il primo passo per farli sentire amati e considerati. 

Criticare nei giusti limiti

Criticare un bambino per la sua incapacità nel fare qualcosa non lo aiuterà a migliorare, al contrario contribuirà a creare una bassa autostima. Se un bambino non è particolarmente portato a svolgere un’attività bisogna indirizzarlo a trovare la propria strada senza scoraggiarlo. La scelta migliore è quella di ascoltare i suoi bisogni e i suoi desideri ed incoraggiarlo a raggiungere quei determinati obiettivi. Per cui, sì alle critiche ma sempre con le dovute accortezze.

Avere fiducia in loro

Come fare per motivare un figlio? Sembrerà scontato, ma per aumentare l’autostima di un bambino è importante dargli tutto il nostro appoggio e fargli capire che riponiamo piena fiducia nelle sue potenzialità. Ripetergli frasi del tipo: “ho fiducia in te”, “sono certo/a che ce la farai”, non può far altro che farlo rafforzare a aiutarlo ad affrontare ogni difficoltà con maggiore determinazione. 

Aiutarli a superare i fallimenti

Come spronare un figlio? Se un bambino è giù di morale perché non ha superato qualche competizione sportiva o un compito a scuola, non rimproverarlo. Al contrario fagli capire che gli insuccessi fanno parte della vita di ognuno di noi e che se visti da un punto di vista positivo possono essere una spinta utile ad ottenere dei risultati migliori, perché gli sforzi prima o poi verranno giustamente ricompensati. 

Evitare i confronti

Perché un bambino è insicuro? Erroneamente, molti genitori credono che confrontando il proprio figlio con gli altri bambini possa spronarlo a fare di meglio, in realtà frasi del tipo “hai visto com’è stata brava Giorgia a differenza tua?” potrebbero ledere l’autostima e rendere il bambino insicuro dei propri mezzi. Al contrario, bisogna incoraggiare il bambino a fare di meglio sulla base delle sue potenzialità invece di confrontarlo con gli altri. 

Conclusioni

Questi sono solo alcuni dei consigli da attuare per aumentare l’autostima nei bambini. Per aiutare un bambino a diventare un adulto sicuro di sé stesso è importantissimo incoraggiarlo e offrirgli il giusto supporto anche quando non raggiunge tutti i traguardi prefissati. 

Ricorda inoltre di non fare troppi elogi e di fargli correre qualche rischio insieme a qualche errore, questo lo aiuterà ad essere resiliente senza farlo sentire inadeguato o sbagliato. 

Lascia un commento